Opere pubbliche

B 7. Museo - Milano

scultura in maiolica h cm 48,5 x 14 x 10,6 Inventario RM 4058 Civiche Raccolte dArte Applicata Acquistato alla Mostra presso la Galleria Geri , Milano 1941

Codice: LP B007

Data: 1939

Collocazione:


 

B 7. Milano
Musei Civici del Castello Sforzesco
Via Palestro

 


Nudo femminile 


Presente alle Mostre:

. 1938 - XVI, 29/5 – 12/6 Abbazia, Padiglione dell’Esposizione,

. 1938 – XVI, 9-23 ottobre Galleria Gazzo, piazza Dante (Bergamo)

. 1939 - XVII, 18-31 maggio al Palazzo dell’Arengario di Monza 

 

La stampa disse:


1938, mercoledì 1 giugno, anno XVI – Da “Il Piccolo della Sera”, pag. II, Cronache delle Provincie giuliane: La Mostra della pittrice e scultrice Nuzzi Chierego-Ivancich – ad Abbazia, articolo a firma e.c. (Ettore Cozzani)
Nuzzi Chierego-Ivancich presenta infine in questa Mostra una sua scultura: un nudo in bronzo che afferma appieno le sue capacità artistiche e indica le sue notevoli possibilità in questo genere d’arte ove s’impone per l’armoniosa plasticità, anatomicamente molto curata della sinuosa figura.
Questa figura di giovane donna nuda, le braccia allungate e incrociate sul capo a sottolineare la snellezza del suo corpo, si caratterizza per la graziosa accentuazione volumetrica del volto e dei lunghi capelli.

 

2004 - Catalogo Ed. ELECTA, Museo d’Arti Applicate, “Le ceramiche”, tomo terzo, 2002 – pagine 151/153, illustrazione 209

Statuetta di nudo femminile. Maiolica; altezza cm 48,5; cm 14 x 10,6 (n. inv. 4058)
Milano, Ivancich Chierego Nuzzi, 1939.

Realizzata in terracotta rossa, rivestita in smalto grigiastro fittamente puntinato grazie a una leggera “rete” crettata, poggia su una base a pianta quadrata, su cui è inciso in turchino il cognome dell’autore e alcuni dati: “Chierego, viale Romagna 71, Milano, 1939 XVII”. La marca Chierego è impressa in pasta.
Lo stato di conservazione è buono: il pezzo presenta soltanto una rottura in una mano.

Provenienza: acquisto Galleria Geri, Milano 1941 (“Nuzzi Chierego Ivancich, Nudo Femminile Statuetta in ceramica”).

                                                Anty Pansera

 

http://www.lombardiabeniculturali.it/opere-arte/schede/q7010-00097/

Compilatore: Bertocco, Mattia Alberto (2015)

Funzionario responsabile: Tasso, Francesca

 

2022 - "Nuzzi Ivancich Chierego, da Fiume a Riccione (e a Rimini), Ariminum, Storia, arte e cultura della Provincia di Rimini, Anno XXIX n. 2 Marzo Aprile 2022, a cura di Alessandro Giovanardi, Docente di Arte Sacra e di Iconografia e Iconologia all’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Rimini-San Marino-Montefeltro; cura le attività culturali della Fondazione Cassa di Risparmio di Rimini e dirige la rivista di storia, arte e cultura «Ariminum».
https://www.storiaeletteratura.it/autori/giovanardi-alessandro/8292
(...) molti suoi lavori sono collocati in sedi ecclesiastiche e civili e in Musei pubblici; altre opere si trovano a Parigi, Amsterdam, Madrid, Johannesburg, New York, Nairobi. Ma nulla di ciò può restituire oggi la sua figura artistica: "Dire di me qualcosa che interessi il pubblico mi pare difficile: che importa da dove vengo, chi sono i miei maestri? Che importa se ho fatto poche o varie mostre personali? Se lavoro cantando o soffrendo?"
Questa sprezzatura che cancella i nessi storici, scolastici e psicologici è restituita in Candore del '36 (fig. 2), un busto in marmo di consapevole poesia, quasi un sunto del suo sentire primaverile, della sua grazia elegante e trattenuta, di una sapienza sorridente e libera, come quella con cui una giovane donna entra consapevole nell'età matura, senza curarsi di sé. Nel '39 una piccola maiolica bianca (fig. 3), acquisita nel '41 dalle raccolte milanesi del Castello Sforzesco, ne ripete l'incanto.
Commenti a B 7. Museo - Milano   -   Lascia commento