L'estrema baia

olio su compensato h cm 28 x 38 Sestri Levante firma in basso a destra esposto alla Palazzina Liberty - Stresa 1996

Codice: A011

Data:

Collocazione:


Nella Baia del Silenzio, proiettata nel mare, le costruzioni confinano con le barche in secca, il mare con la terra, le finestre con il mare, i tetti con le terrazze, il lampione con l’onda: nulla di scontato, come quella firma posta tra mare e ferro, sulla battigia.
Si notano tre nette fasce orizzontali, di uguale spessore, con il lampione che unisce il primo piano con il centro, senza confondersi con l’azzurro del mare, e le case-torri che attraversano la zona centrale per sconfinare nella terza fascia, quella del cielo.
Il sole invernale, oltre la tela, scalda i muri offrendo tonalità e campiture da secessione. Qualcuno, ben coperto, si attarda sul molo ad osservare la tiepida luce che, con l’originalità tipica della natura, rischiara il più lontano lembo di cielo ma incupisce il liquido orizzonte.
Paesaggio sospeso, ultimo lembo di terra intento ad assorbire quella Luce che, pur assente, dà certezza e solidità al presente. Dipinto durante la prima villeggiatura invernale dopo il grave lutto del Coniuge, sembra ritrarre lo stato d’animo dell’Artista, presenza isolata su questo lembo di terra, viva del ricordo della Luce che non è più visibile …


Commenti a L'estrema baia   -   Lascia commento